mercoledì 5 gennaio 2011

Poesie sulla Befana di F. Jammes

Questa breve lirica insegna che il Creatore non pretende dagli uomini semplici l'offerta di cose eccezionali, ma il dono di un amore sincero: e questo anche i più poveri glielo possono dare.



Epifania

Non ho, come i Magi
che son dipinti sulle immagini,
dell'oro da recarti.

Dammi la tua povertà.
Non ho neppure, Signore,
la mirra dal buon profumo
nè l'incenso in tuo onore.

Figlio mio, dammi il tuo cuore.







5 commenti:

  1. Cara Lorena! breve ma bellissima poesia.
    Ognuno di noi dovrebbe ripetere queste poche ma belle parole.
    Un abbraccio forte,
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Lorena ciao.
    Bella poesie , e che bel blog .
    Verrò spesso a visitarlo.
    Buona befana Lina

    RispondiElimina
  3. Bel post.
    Buona Epifania, Lory.

    RispondiElimina
  4. LORENA .. Buon pomeriggio .
    Grazie di essere venuta da me e per aver brindato insieme al nuovo giorno .
    Ciaooo a presto e un grande abbraccio tua amica Lina

    RispondiElimina
  5. Bellissima e piena di significato.
    Vieni, quando puoi, sul blog dei premi al 14-gennaio. Ritira. Bacioni

    RispondiElimina